La preda perfetta

cinemastudi:

Qui il protagonista è logos di redenzione; la sua massa e la sua solitudine potranno trovare pace solo mediante una scelta, e gli adiuvanti disposti sul percorso abbracciano l’angelo e il diavolo, la maturità e l’incoscienza, la fine e l’inizio. La città brulica di personaggi solitari e la pazzia…

stardustvillage-multiplex:

LA PREDA PERFETTA - A WALK AMONG THE TOMBSTONES 
			
			Di: Scott FrankCon: Liam Neeson, Stephanie Andujar, Boyd HolbrookGenere: THRILLER - USA, 2014. Durata: 108 Trama: La preda perfetta vede protagonista Liam Neeson nel ruolo di Matt Scudder, un ex poliziotto del Dipartimento di Polizia di New York che ora lavora…In programmazione il: 18-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:3019-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30 20-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30 21-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30 22-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30 23-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30 24-09-2014 - Sala 11 - Orari: 15:20 17:40 20:10 22:30
psychofactz:

More Facts on Psychofacts :)
klefable:

shockingly, kids are sick and tired of paying hundreds of dollars for overpriced stacks of paper!!!!!! who wouldve thought!!!!!!

behind-a-wall-of-illusion:

sproutingflower:

female actors getting pissed off at sexist interview questions is my new favourite thing

image

image

tina and amy’s faces omg

image

and cate blanchett calling out the cameraman on the full body pan 

image

loveee

image

image

image

image

image

image

image

image

image

scarlett is so tired of this shit

(via swirlinginapril)

iswearonkillianjones:

theyuniversity:

(Source: Pinterest)

always in search for synonims,this will be useful (or beneficial,of great use,efficient lol)
vegan-yums:

guacamole greens salad with seasoned corn & cucumbers

*.*

The Breakfast Club, 1985Director: John Hughes
psychofactz:

More Facts on Psychofacts :)
ilcoraggiodiesserevirginia:

Queste che ho fra le mani, sono due confezioni d’ormoni, che quest’oggi ho comprato, dopo che ieri mattina a Roma, l’endocrinologo mi ha assegnato la terapia. A differenza di quello che avevo letto sul medico, ho trovato una persona attenta alle mie esigenze, cordiale, ma soprattutto professionale. Ha creato una mia scheda personale prima di assegnarmi la terapia, ha valutato tutti i miei valori ematochimici (che ha giudicato eccellenti), ecografie, elettrocardiogrammi, mi ha fatto qualche domanda generale, se avessi in famiglia qualcuno che soffrisse di malattie rare, se fossi fumatore, e dopo di che misurato il peso e l’altezza, scherzando ironicamente su come io sia longilineo. 
La terapia consiste in un antiandrogeno (scatola marrone, tanto per capirci) che andrà a soffocare la produzione di testosterone in circolo nel mio corpo, farà cedere sia il desiderio sessuale (libido pari a zero) e tutti i peli sul corpo, rallentandone notevolmente la crescita. Infolitirà i capelli e mi cambierà la radice.
La scatola blu fa riferimento all’estrogeno per eccellenza, che andrà ad agire sull’umore (eh beh, gli ormoni collegano il cervello) e si occuperà della crescita del seno, della distribuzione del grasso (ma dov’è in me?) su cosce, fianchi e sedere. Addolcirà i muscoli del volto, guance, e bocca. 
Aldilà di tutto ciò, dietro queste due confezioni c’è un percorso che alcuni di voi hanno seguito proprio con me, passo dopo passo, step by step, post dopo post, e questo mi rende orgoglioso di averlo fatto. C’è un percorso fatto di burocrazia, davvero molta, colloqui psicologici, clinici, test, colloqui psichiatrici, tanti esami medici, un po’ d’ansia, tante aspettative, e qualche sogno. Dietro c’è una persona, come me, che si è sempre molto emozionata nell’ascoltare, nel leggere, le storie di persone che condividessero la mia stessa sofferenza, che avessero un sentire del cuore, dell’anima e anche del cervello in contrapposizione rispetto a poi quello che era il loro organo genitale; mi ha sempre molto emozionato, commosso, la determinazione che avessero queste persone, non tanto nel portare avanti la propria scelta (sappiamo che non è una scelta) ma nel portare avanti il proprio sentire. 
Ad oggi, con queste due confezioni in mano, io mi emoziono per me stesso, ed è probabilmente la prima volta, perchè guardandomi indietro, nella pubertà, quando pensavo che questo fosse un segreto da condividere solo con me, c’ero soltanto io che mi rialzavo in piedi nei momenti più buoi, sofferenti e grigi, non c’era nessuno attorno, e per quanto gli altri possano comprendere, anche lontanamente, una situazione del genere, la vera forza la trovi davvero soltanto dentro di te. Per questo credo che nella vita sia necessario anche ringraziare se stessi, è quasi indispensabile, fa bene al cuore.
Ragazzi io sono pronto per affrontare una nuova vita, Fabrizio non ha mai sorriso col cuore, lo faceva sempre fino ad un certo punto e in quel punto si sentiva castrato, con un sorriso dal retrogusto amaro. Sì, forse devo affrontare tanti ostacoli ancora, come tutti del resto, quello che mi preme dire, tutto questo in realtà è per dire, che transessualità non significa droga e prostituzione, non è giusto che la società metta al centro dell’attenzione la persona trans solo in vicende di cronaca nera. Transessuali sono persone che vivono due vite, studiano, lavorano, sono pieni di amici, fanno una vita normale, ma che forse, hanno solamente bisogno, di un po’ più d’amore. 
psychofactz:

More Facts on Psychofacts :)
auwhdonr:

Seul contre tous (1998) - Gaspar Noé. 
theme